discutendo insieme Banchi vuoti nella prima A della scuola Manzoni di Trento. | DISCUTENDOINSIEME | discutendoinsieme | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

La libertà religiosa è possibile solo a patto che chiunque si limiti a professare la propria senza interferenza con lo stato.
Banchi vuoti nella prima A della scuola Manzoni di Trento.
post pubblicato in NOTIZIE, il 16 novembre 2010


 

Quello che si può definire uno sciopero a tutti gli effetti, nasce dalla protesta dei genitori contro l'inerzia dei dirigenti scolastici nel far fronte a episodi di bullismo culminati con il pestaggio di un ragazzino che è dovuto ricorrere alle cure mediche nell'ospedale cittadino.

 

Succede nella scuola Manzoni di Trento. Da tempo i genitori si lamentano con le autorità scolastiche riguardo a episodi di bullismo nella prima A. i genitori, preoccupati si erano già rivolti alle autorità senza ottenere risposta e, sempre più preoccupati, hanno deciso l'azione di non mandare i figli a scuola.

Alcuni di loro avevano pensato di togliere i figli dalla Manzoni e mandarli in altre scuole, ma poi si sono ricreduti poiché sarebbe stata una fuga.

 

Quello che i genitori contestano, oltre agli episodi di bullismo, è l'inerzia delle autorità; si dicono convinti che sappiano tutto ciò che succede ma non fanno nulla per fermarli. È pur vero che i bulletti sono stati sospesi ma, dicono i genitori, in modo troppo blando (pur essendo sospesi, i bulletti hanno continuato a frequentare le lezioni.

Si dicono anche convinti che ci sarebbe bisogno di insegnanti di sostegno che però, sembra, vengono negati per mancanza di soldi. I bulletti vengono seguiti dagli "assistenti sociali che già da tempo conoscono la situazione famigliare dei ragazzi, ma che a scuola non possono praticamente fare nulla".


E così, i genitori hanno deciso che andare avanti in questo modo non è più possibile, lanciando il loro grido d'aiuto in maniera forte e plateale. Venerdì hanno informato della loro decisione la scuola, la Provincia e anche il Commissario del Governo e stamattina dodici dei 17 alunni della 1ª A non saranno in classe. In aula, con tutta probabilità, ci saranno i tre bulli in erba e due altri allievi di cui i genitori promotori dell'iniziativa non sono riusciti a contattare le famiglie. «Speriamo che arrivino risposte».


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scuola

permalink | inviato da verduccifrancesco il 16/11/2010 alle 23:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
adv