Blog: http://DISCUTENDOINSIEME.ilcannocchiale.it

Appello perchè venga cancellata la norma che trasforma l’ingresso irregolare nel nostro paese in un reato.

APPELLO
Condannati a morire
Sopra, il link per l'appello fatto da "Libertà e Giustizia" affinché: 
1) venga cancellata la norma che trasforma l'ingresso irregolare in Italia in reato.
2) Vengano introdotte negli accordi tra la Libia e l’Italia norme che assicurino sul suolo libico la presenza di operatori internazionali in grado di valutare la legittimità delle domande di asilo presentate dai migranti e di verificare le condizioni della loro ospitalità nei centri predisposti dal governo libico.
3) Vengano introdotte norme e accordi internazionali che liberino da ogni conseguenza penale o economica, come il sequestro del natante, qualunque imbarcazione che presti soccorso in mare a migranti in difficoltà.

Probabilmente, a qualcuno verrà il mal di pancia leggento il post e si chiederà: ancora appelli? ma non si stancano mai questi sinistri? beh, di sicuro l'appello non è rivolto a costoro.

I tre punti sopra sono di fondamentale importanza per una rivalutazione dell'idea di migrazione in termini di diritti degli individui di spostarsi e della necessità di creare una "costituzione" internazionale che definisca, una volta per tutte, la necessità di un rapporto costruttivo tra i popoli non più legato a tematiche "particolari" ma riferito all'insieme di culture che, se anche diverse tra loro, possono essere vissute come momento di sviluppo collettivo.

Continuare a negare tale necessità significa negare la stessa realtà. Con la legge attuale, non solo non si è fermata la migrazione - secondo le testimonianze portate su rai 3 nel programma "presa diretta " risulta chiaro che, i migranti hanno, come ultima alternativa, la fuga dai loro luoghi d'origine, e questo al di la dei disagi (inclusa la possibilità di morire) che sanno dover affrontare - ma è stato innescato un processo di destabilizzazione dei processi di integrazione iniziati in Italia; in molti comuni, l'integrazione, è gia un dato di fatto, molti extracomunitari sono, già oggi, perfettamente integrati, sia come lavoro che come cittadini, la legge, però, in caso di difficoltà a reperire un lavoro, li qualifica come clandestini pertanto, come criminali.

Invito chiunque abbia a cuore la libertà e la libera convivenza dei popoli di sottoscrivere l'appello e di divulgarlo.

Stancarsi di farlo significa arrendersi di lottare usando ogni strumento che la democrazia ci mette a disposizione, almeno finchè possiamo, facciamolo!!!! non lasciamo che il governo che ci rappresenta faccia accordi ingannevoli con dittatori come il leader libico.


Pubblicato il 8/9/2009 alle 15.0 nella rubrica ALTRO.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web