Blog: http://DISCUTENDOINSIEME.ilcannocchiale.it

Il vuoto dell'essere

Suonano nella notte, violini crudeli.
Languide melodie, note rapaci alzano
nel cielo tenebroso, cieco di stelle e luna;
nella notte sovrana, solo il silenzio regna.

E’ questa l’ora greve ove sogni naif mutano,
- lievi pensieri sordi dentro in-consistenti,
plastificate, vane teorie inconcludenti -
nel corso degli eventi, la storia visionaria.

E’ nel silenzio solo che l’essere trasuda
miriadi pensieri, silenziosi ricordi,
in spirali affannose, cercando soluzioni
meccaniche, dal fuoco forgiate nell’umido

suono che, nella notte, intrepido s’innalza
nel vuoto assoluto della mente demente.
E nel sogno che incalza, porte s’aprono buie
sul deserto che muta l’immagine del mondo.

E solo allora, i violini tacciono.     

Pubblicato il 11/5/2012 alle 17.59 nella rubrica ALTRO.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web